November 8, 2018

February 20, 2018

Please reload

Post recenti

Come lasciarsi guidare dal proprio sogno e vivere felici.

January 18, 2018

1/1
Please reload

Post in evidenza

Ecco perchè non festeggio l'8 marzo Why I don't celebrate Women's Day

March 8, 2017

 

Vi prego, non prendetemi per una acida femminista permalosa.

Non interpretate le mie parole come un capriccio per fare quella che va controcorrente.

Però vorrei che qualcuna delle mie conoscenti fiera e contenta di festeggiare l'8 marzo, International Women's Day, mi spiegasse onestamente che cosa c'è da festeggiare, oggi.

Amiche mie, possibile che non riusciate a vedere come la giornata di oggi, ben lungi da essere un tributo e una sensibilizzazione per le battaglie e le conquiste delle donne, sembri anno dopo anno sempre di più una sorta di sberleffo?

Cosa festeggiamo?

Che il mio stipendio non sarà mai pari a quello di un uomo?

Che sono ancora gli uomini a decidere che cosa posso fare del mio corpo?

Che non posso vestirmi come voglio senza venire costantemente infastidita? (non a tutte le donne piace, cari uomini)

Che devo aver paura ad uscire da sola?

Che la parola "puttana" è l'insulto più usato contro le donne in genere, nonostante il suo significato ben preciso?

Che mi trovo ancora costretta a far finta di sorridere ai commenti sessisti sul posto di lavoro?

Perché in ufficio se c'è una donna nella stanza è considerato normale che sia lei a fare i caffè? (giuro)

Che ogni santo giorno sentiamo parlare episodi di violenza sulle donne, e per uno che ne sentiamo centomila ne avvengono in silenzio (e qualcuno dice pure che non è vero)

Questa giornata è una triste e pietosa concessione da parte di un mondo maschilista, che non ci serve, care amiche, davvero, non ne abbiamo bisogno.

Quello di cui abbiamo bisogno, invece di portarci le mimose (una delle mie piante preferite) e di farci i vostri ipocriti auguri, è di vedere equiparata davvero la nostra vita di tutti i giorni a quella dei signori maschi, lasciandoci mantenere la nostra splendida e delicata identità, con tutte le nostre forze e debolezze (perché debolezze ne avete anche voi, quante e più di noi).

Ecco perchè l'8 marzo mi innervosisce, e provo pena per quelle tra noi che ancora pensano che sia un tributo.

Un insulto, ecco cos'è, almeno finché il mondo in cui vivo ogni giorno non mi dimostrerà il contrario.

Buona giornata

 

Please, do not take me for a sharp, irritable feminist.

I am not trying to be somewhat eccentric, or nonconformist.

But I would love that one of the women I know who are happy and proud to celebrate International Women's Day told me what in the World are we celebrating today.

My friends, I can't believe that you can't see that Women's Day is far from being a tribute to battles and achievements of Women, but sounds like a smirk today.

What exactly are we celebrating indeed?

That my salary will never be equalized to that of a man?

That a society of men still decides what I should do with my body?

That I can't dress up like I want without being verbally abused in the streets? (not every women likes it, male friends)

That I am afraid to get around alone?

That the word "bitch" is the most abused insult, although it has a very precise meaning...?

That I still have to be forced to smile at sessist comments at my workplace?

That at my workplace is considered understood that if there is a woman in the room she will have to be the one to make coffee? (word!)

That I hear about violence every single day, and for one episode we hear, a hundred thousand happen in silence (and someone still says that it's not true)

Today's celebration is a sad and pityful concession from a man's world, and we do not need it, my friends, we really don't.

So my male friends, no mimosas and hypocrit wishes for us, thank you, but facts - to equalize our everyday life to men's, thus keeping our beautiful and delicate identity, strenghts and weaknesses included (besides, I believe men have more weaknesses than us).

This is why Women's Day makes me nervous, and I feel so sorry for those of us who still see it as a tribute.

An insult, that's what it is, at least until the world I live in will prove me wrong.

Have a nice day

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici